lunedì 8 dicembre 2014

Affiorano i ricordi

........................ fine.

Siamo noi il nostro destino?
Siamo noi la fine?
Siamo quel che siamo
siamo quel che vogliamo.
Soli,
indifferenti
insofferenti
predisposti al pianto
alla lagna
al continuo dissenso.

Dove sta la gioia
dove sta l'amore
dove sta la luce.

Vediamo ma non tocchiamo
vogliamo ma non prendiamo

per paura?
per pigrizia?

"Alziamo in alto i nostri cuori"

Troppo...
troppo lontano
costa fatica
scrivere è più facile.
Nessun problema
nessuno sforzo
niente di niente.
Scrivo,
mangio
dormo e
domani....
è un altro giorno

Inutilità continua
perdita dei sensi
annullamento totale.
..................
fine.

Vogliamo reagire o vogliamo continuare a fare i buffoni?


E' sconcertante vedere come un paese possa cadere sempre più in basso, giorno dopo giorno, perché governato da persone che furbescamente son riuscite a occupare un posto, a cambiare le regole, a fare il bello e il cattivo tempo a proprio uso e consumo!

E' nauseante sentire che chi dovrebbe essere dalla parte del giusto, chi dovrebbe lottare contro qualsiasi tipo di azione illegale, in realtà è l'illegalità in persona.

E' deprimente veder sbandierare amore per il prossimo, sopprimendo i propri figli per ciò che dovrebbe apparire atto umanitario e caritatevole e, renderci invece conto che si tratta di commercializzazione umana, per guadagni personali.
Ma ancor più deprimente è vedere la totale mancanza di azione di un popolo che soccombe, di un popolo che ha paura, di un popolo che l'unica cosa che sa fare è lamentarsi, riparandosi dietro a uno schermo, magari anche sotto falso nome.
Tali persone, dovrebbero spiegarmi a cosa serve lamentarsi stando comodamente seduti in poltrona.
Tali persone dovrebbero spiegarmi cosa ottengono impiegando ore e ore a condividere link che ormai sono talmente demenziali da non stimolare alcun effetto.

Semplici accuse che non riuscirebbero a smuovere una piuma, figuriamoci la faccia da c.... di ci sta al governo!
Ditemi, ve ne prego, cosa sperate di ottenere?
Che chi incassa soldi, rubandoli al popolo italiano, si penta e lascia la carica politica che gli consente di vivere agiatamente senza muovere dito?

O pensate di smuovere e convincere all'azione chi si lamenta e basta?
Ma voi non fate la stessa cosa? ......Io non faccio la stessa cosa?
Forse se mostrassimo il primo passo, si otterrebbe di più!
Invece ci comportiamo da codardi.
Facciamo acccuse, ci lamentiamo, LA COLPA E' DI TUTTI FUORCHE' LA NOSTRA-

INVECE
LA
COLPA
E'
SOPRATTUTTO
NOSTRA

E' nostra perché non agiamo.

E' nostra perché coscentemente stiamo andando allo sbaraglio-

E' nostra perché stiamo facendo in modo che i nostri figli non abbiano NIENTE
.
Vogliamo continuare così o ci decidiamo finalmente a muovere il c... da quella poltrona e riprendere in mano le redini del nostro paese?

sabato 15 novembre 2014

D:- Il Futuro che cos'è? R:- Non lo so, per caso, si mangia?

Sono momenti che passano, come sempre, eppure appaiono interminabili, senza fine.
Si ha come la sensazione che durino da una vita.
Sei consapevole del fatto che hai trascorso tempi felici.
Ma quei momenti, annebbiano tutto, cancellano quei giorni felici, si impossessano come una macchia oscura di ciò  che è la tua vita.
...
Stranamente in quei momenti non trovi nessuno, non un parente, non un familiare, non un amico che sia disposto ad ascoltare, a vedere come ti senti.
Ed è allora che ti rendi conto della nuda realtà.

...

Il mondo non è altro che un ammasso di carne che vaga alla disperata ricerca della propria felicità, fregandosene altamente di qualsiasi altro ammasso di carne esistente in questo misero pianeta.

...
Lo si nota tutti i giorni, basta compiere un piccolo gesto: premere il pulsantino del telecomando.
La televisione è impregnata di menefreghismo totale.
Gente che si ammazza, bullismo, violenza gratuita, persone scomparse, bimbi torturati e violentati, animali macellati per "divertimento"... la lista potrebbe continuare all'infinito.

Notizie buttate li per far scalpore, per cercare di incollare lo spettatore davanti allo schermo, non per sollevare il problema e cercar di risolverlo. No, sia mai!

Ogni tanto si lancia un appello di aiuto, una richiesta di donazione che poi, chissà perchè, alla fin fine non è altro che un ennesimo sistema mangia soldi, un intortamento di cervello per farci credere che esiste ancora la carità, l'amore per il prossimo.
o
E noi abbocchiamo, come degli allocchi.
A si, ogni tanto ci lamentiamo, solleviamo un polverone, a parole, urliamo su uno schermo,seduti comodamente a casa che ci stanno massacrando, che ci stanno portando alla miseria, che ci stanno schiavizzando.... che ci stanno...

Ma cosa facciamo realmente per cambiare tutto ciò?
Siamo veramente convinti che scrivere due parole al pc serva veramente a cambiare la nostra situazione?
Siamo veramente convinti che basti lamentarsi per avere la coscienza pulita e poter dire " anche io ho reagito"?

...
Se ci convinciamo di questo, allora siamo veramente poveretti.
Sfido io che ci mettono sotto come niente e ci fanno fare o non fare tutto ciò che vogliono.
....
Chi ha le palle non rimane con le mani in mano.
Chi ha le palle agisce, non parla.
Chi ha le palle si muove, non resta chiuso in casa a lamentarsi dietro a un pc, pensando che non può muoversi da solo.
Chi ha le palle esce in strada, è pronto a tutto, sa che rischia, ma guarda in faccia il problema, lo sfida a 4 occhi.
Chi ha le palle non pensa a se stesso, ma alle generazioni future, quelle generazioni in cui ci saranno i suoi figli, i suoi nipoti...

....
Solo alla fine capisci che il tuo malessere, quel maledetto malessere che ti opprime, non è altro che la paura per un futuro che non c'è più.

giovedì 13 novembre 2014

E' veramente impossibile l'amicizia tra donne?

Nonostante la mia età, ho sempre pensato che l'amicizia fosse una cosa molto importante.
premetto vengo da un paese in cui l'amicizia è vista come un sentimento appartenente ai bambini, al mondo adolescenziale, che va sfumando in età adulta, quando ci si concentra maggiormente alla famiglia, ai figli, al lavoro.
...
Nonostante ciò, ho sempre creduto in un'amicizia vera e profonda anche in età adulta.
Quasi un'amicizia da "4 amici al bar", in cui tra una chiacchiera e l'altra, ci si confida, si scherza, si piange senza la paura che si possa essere fraintesi e per questo abbandonati.
...
Mi azzardo a fare l'esempio di "Sex & the city", serie  televisiva conosciutissima, proprio per l'amicizia, quasi irreale, di 4 donne, che nonostante le loro differenze, riescono a portare avanti una grande amicizia.
I 4 moschettieri al femminile.
...
Ma questo genere di amicizia esiste solo nella fantasia dei telefilm?
Possibile che paure personali, incomprensioni, forse invidia, possono essere la tomba perenne di ciò che potrebbe diventare un legame indissolubile?
...
4 amiche su un social.
Il mitico social condannato da milioni di persone, stava per diventare l'artefice di quello che poteva essere il sogno realizzato.
Un incontro casuale. Cercato? Voluto? Non importa.
Un incontro che ha portato a raccolta 4 donne, più o meno della stessa età, con esperienze completamente diverse, con modi di fare opposti.
...
Quindi la vera amicizia può esistere solo tra maschietti?
Solo loro hanno la grande capacità di formare un vero gruppo, costi quel che costi, superando qualsiasi intemperia?
No, mi pare impossibile crederlo e fino a quando non mi arriverà la battosta finale che mi metterà a tappeto in modo permanente, non ne sarà convinta.
4 volti, 4 idee, 4 modi di essere, 4 amiche in un social, un'amicizia non piò morire prima di essere.

venerdì 26 settembre 2014

#FreePrints - mantiene ciò che promette



Inizialmente, devo essere sincera, non ci credevo❗
Impossibile che mi regalassero la stampa delle mie foto digitali.
Classica fregatura❗Prima scarichi l'applicazione, poi ti ritrovi a dover pagare.
E INVECE NO❗

Visto che sono peggio di S. Tommaso, vedista e credista, mi son detta: "proviamo, al massimo, mi fregano una volta!"

Così ho fatto, ho scaricato e sono andata immediatamente nella pagina che mi consentiva di effettuare il mio primo ordine online.

45 foto al mese
Completamente gratuite...
Non ci posso credere!!!

Incredula inizio il mio ordine gratuito.
Mi rendo subito conto che posso collegare l'applicazione non solo alla mia galleria personale, ma anche a facebook, instagram, frlik e picasa.
Per me ottimo, visto che ho foto sparse qua e la, ma rimane comunque una scelta personale!

Faccio tutti i miei collegamenti e scelgo le mie foto.
Invio.

Non mi resta che aspettare!

Dopo neanche due settimane, mi vedo recapitate a casa le foto, puntualissume e gratuite,
Ma soprattutto.... Bellissime, anche quella che, loro mi avevano indicato come sfuocata perché troppo piccola e/o mossa.

Cosa posso dire?
Tutto di positivo.
Grazie a FreePrint sto ricominciando a ritapezzare casa con le migliori foto dei miei cuccioli.

FreePrints
Foto gratis
Mantiene ciò che promette.

giovedì 4 settembre 2014

Uso lo #scivolo e per un attimo torno bambina.

Vivi intensamente ogni attimo che passa, domani potrebbe non passare più... Ma, a volte, non sarebbe meglio trascorrere qualcuno di quegli attimi in modo superficiale? La #superficialità, potrebbe, in certi casi, essere, più importante dell'intensità?

Tutti viviamo attimi negativi, per colpa nostra, perché permettio che altri condizionino la nostra vita in modo indelebile, nel bene o nel male, per sfiga, direbbe qualcun altro.

Non ha importanza il "per come".
Ma #il_come reagiamo.

Quando è il momento di dire basta alla necessità di pensare, di volere, di immagazzinare, di dover analizzare ogni frazione di secondo, per paura di lasciarso sfuggire quell'attimo fuggente?

A volte quell'attimo passa proprio quando smetti di pensare, quando smetti di coglierne la sfumatura, quando finalmente ti rendi conto che, a volte, homo sapiens non vuol dire per forza maggiore felicità assoluta, quando, ti accorgi che, con la tua intelligenza hai cercato di dar un senso a tutto, una risposta concreta a ogni piccola goccia esistente nel mare, a ogni granello di sabbia esistente nel deserto, dimenticando che a volte è bello usare anche lo #scivolo.

mercoledì 9 luglio 2014

Guadagni nel web



Sempre più persone si ritrovano a passare il loro tempo di fronte al pc, con la vana speranza di trovare un lavoro che possa dare loro un guadagno mensile.
Quanto sono reali queste speranze?
Esistono veramente siti che garantiscono effettivamente un guadagno che superi i pochi cent al giorno?
O rimane solo un'utopia italiana valida solo all'estero?
Cosa ne pensate?
Guadagni nel web (segui discussione qui)


sabato 5 luglio 2014

#BUONGIORNO VITA

enter image description here

Quanto è difficile riempire i cocci d’oro con dell’oro?
Quanto è difficile cogliere il lato positivo dai problemi?
TAAAAAANTO DIFFICILE!

Eppure se ci pensiamo bene NIENTE è IMPOSSIBILE!

Di quanto migliorerebbe la nostra vita se solo ci sforzassimo di non trasformare in montagne semplici colline?
Quanto saremmo più felici, più sereni se ci armassimo di picconi per abbattere muri e montagne che ostaccolano il nostro cammino?

Non sono qui a fare la morale a nessuno!
Anzi, sono io la prima che me la faccio!
E forse, scrivo proprio per questo motivo, perché mettendo nero su bianco ricevo personalmente una spinta in più a reagire alla marea di avversità che la vita ci impone.

Se riescono altri, perché non dovremmo riuscirci noi?

Si dice che sforzandosi a sorridere ogni mattina, dopo poco tempo si sorride naturalmente alla vita.

Costa così tanto provarci?
NO, in fin dei conti richiede solo qualche minuto del nostro tempo ed è GRATIS ;)

E allora, con un dolce BUONGIONO, sorridiamo alla vita e riempiamo d’oro le crepe cercano di farci sprofondare nel nulla.

Written BY Briccioledinfo.

giovedì 3 luglio 2014

Piccola riflessione sugli "ALTRI"

Ci stanno facendo diventare un popolo razzista e intollerante,e capace di vedere solo il marcio di chiunque non appartenga al nostro paese. Ci stanno portando all'odio e alla ribellione, al desiderio di uccidere, al credere che gli altri siano solo della feccia. Non è altro che la storia che si ripete, non è altro che ciò che è accaduto ai nostri avi emigrati, i quali, venivano trattati tutti come mafiosi e le uniche notizie che venivano mostrate erano documentari e nozioni sulla malavita.

In ogni paese ci sono i buoni e i cattivi, le bestie e i santi. Anche in Italia!
Gli ultimi grandi omicidi sono stati commessi da italiani - molti pedofili sono italiani - i maltrattamenti negli asili, negli ospizi, sono opera degli italiani... ma questo non lo vediamo!

Noi, amareggiati, vediamo solo il marcio degli altri, perché è questo che, inconsapevolmente ci vogliono far vedere, facendoci sentire insicuri, instabili, stanchi. Ci stanno portando allo sfinimento. E, noi, come allocchi, stiamo al loro gioco.

La colpa della nostra miseria non è degli altri, ma di chi, giorno dopo giorno, ci manovra come marionette e di noi stessi, che stupidamente lo consentiamo.
Non è contro gli altri che dobbiamo mostrare i denti, ma contro chi ci sta portando alla miseria, non tanto materiale, ma mentale.

mercoledì 25 giugno 2014

#Aste onliane, tendenza del momento. Ma sono veramente sicure?

enter image description here
#Aste online tendenza del momento o grande presa per i fondelli che spaccia risparmio, contrapponendosi alla grande crisi che ci affligge?


Mi sono iscritta per pura curiosità a due siti, uguali nella fatispecie, ma che dico uguali!
Praticamente gemelli monozigoti.

  • acquisti le puntate, generalmente 10, salvo le aste riservate di 25, 50 100 puntate e paghi la transazione
  • acquisti le aste riservate per una settimana e paghi la transazione
  • prendi di mira la tua asta e fai le tue puntate
  • ogni puntata fatta ti viene scalata e mai più restituita
  • se hai la fortuna di vincere l’asta, che generalmente superano sempre i 150€, si può avere uno sconto dal 10% al 90% sul valore raggiunto nell’asta.

Facendomi 2, ma proprio 2 calcoli veloci sono giunta a questa conclusione:

  1. per poter partecipare a un’asta riservata, sono necessari minimo 500 puntate, se 10 mi costa in totale 1,01 minimo, per 500 ho già speso più di 50€
  2. non è detto che riesca ad aggiudicarmi l’asta, quindi in teoria la maggior parte delle volte ho buttato 50€ come niente senza neanche rendermene conto
  3. se anche mi aggiudicassi l’oggetto bramato, dopo vari tentativi, che trattandosi ad esempio di un iPad, raggiunge somme che si aggirano sui 200€, anche con lo sconto del 90%, ho veramente pagato la somma di soli 0,95€ come viene mostrato nelle pubblicità? NOOOOO

Ecco cosa mi viene in mente pensando a questi siti:
le sloat machines che ci sono nei bar, in cui ci sono persone che passano le loro giornate a buttare i loro soldi senza vincere niente e poi con un fondoschiena grande quanto l’univero, arriva il pinco pallino che inserisce una oneta e vince tutto.

A questo punto mi chiedo:
non è per caso che, come le sloat dei bar, anche questi siti, sono una gran truffa ai danni di chi, con la scusa di risparmiare, senza rendersene conto, sperpera i suoi soldi e se ne fa una malattia?

Scritto da @Briccioledinfo.

venerdì 20 giugno 2014

#Argomenti #variabili del #blog, a te la parola!


Ormai mi sembra una vita, son solo alcuni anni e mi rendo conto che non ho mai finito di imparare sia dai grandi esperti, sia dai novelli blogger.

In questi anni, però, a discapito di ciò che generalmente si dice, non riesco a tenere una costante, un argomento, una nicchia precisa. I miei blog trattano argomenti variabili, esattamente come me, come il mio carattere, come il mio modo di fare, come le passioni che mi porto dentro da anni o che mi spuntano dai pori ogni giorno che passa.

Impossibile scrivere sempre dello stesso argomento, perché io stessa non sono mai dello stesso umore. Oggi mi dedico a una lettura sfrenata, domani all'uncinetto, poi alla pittura e il giorno dopo ancora, se non scrivo sto male.

La mia mente naviga, si inebria delle mille passioni, forse sbagliando, o forse arricchendomi giorno dopo giorno. Qualcuno mi ha detto che mi mancano da fare solo le caramelline di menta...

Ma fino a che punto la passione variabile può portare a qualcosa di buono?

Dipende da ciò che si cerca! Ricchezza interiore o portafoglio pieno...
So già la risposta! ;)

Una cosa è certa, quando riesco in qualcosa di nuovo, come dice mio figlio "mi sento leggero come una capra! :D "

L'importante non è forse star bene con se stessi?
O è più importante sfondare?

Tu cosa ne pensi?




mercoledì 19 marzo 2014

Non serve a un cazzo!

Chiedo venia per il titolo, ma come si suol dire, quando ce vo, ce vo!

Una mattina ti svegli e ti rendi conto che tutto ciò che hai fatto nella tua vita non serve a un cazzo!

Niente ha senso logico!
Sforzi, lotte, sorrisi, azioni parole, sono come sfumate nel vento.

Pare che tutto sia andato in frantumi e ti chiedi il senso dei tuoi 42 anni trascorsi.
Te lo chiedi di continuo, fino a farti venire il mal di testa, ma non trovi una risposta.

NON HA SENSO

Non riesci neanche a piangere, l'unico momento di sfogo riesci a trovarlo di fronte a un film del cacchio che ti impone di piangere. E' a quel punto che ti rendi conto che non riesci a smettere e che non stai piangendo per il film.

Ti imponi di sorridere, vai contro la tua volontà... ma, non serve a un cazzo!
Non ti risolve il problema.

Peccato che la soluzione del problema consista solo nel metterci una pietra sopra!
E quante volte ci hai messo la pietra sopra!

Hai perso il conto...

Hai perso te stessa...

Sai che ormai non ti ritroverai più.
Ti chiudi in te stessa, ti allontani dal mondo e non parli più con nessuno.
Forse una volta ogni tanto riesci a scambiare 4 chiacchiere coi cani, gli unici che riescono a capirti veramente. Pare ti leggano nel pensiero.

Vivi come un fantasma, quasi senza più ricordi, stanno sparendo lentamente dalla tua mente, non ricordi quasi più niente, ti sei imposta di morire dentro lentamente, per non soffrire, per non adirarti, per non subire.

Non sarai mai più quella di prima.

Ormai non serve a un cazzo!

lunedì 3 febbraio 2014

Vuoto


Quel senso maledetto di vuoto, l'insoddisfazione perenne, il sentirsi inutile, incapace di reagire, di dire basta a quel senso di malessere...

Posted via Blogaway

giovedì 2 gennaio 2014

Coordinamento, Movimento, Comitato, non ha importanza, pensieri di una cittadina comune

Il mese di dicembre 2013 è stato per me il più intenso, espressivo e significativo a livello sociale, economico, politico.
Mi sono immera, quasi per caso, in un mondo a me totalmente sconosciuto, che aborravo sotto tutti i punti di vista, perché ormai convinta come molti, che fosse un mondo talmente corrotto e compatto da essere quasi intoccabile.

Dedicato a tutte le persone affette da lupus

SPAZIO UTENTI

Oh Oh

Share it

Ti potrebbe interessare!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Citazione del Giorno