domenica 1 luglio 2012

Come rimuovere il calcare dal ferro da stiro



Stirare è una delle attività meno apprezzate dalle casalinghe, soprattutto in passato, quando era necessario spruzzare un po’ d'acqua manualmente, direttamente sui vestiti per poterli stirare
con maggiore facilità.


Un buon funzionamento inizia da una corretta pulizia




Oggi, il ferro da stiro a vapore ha sostituito il vecchio sistema dello spruzzo manuale, infatti, è dotato di un meccanismo che consente lo spruzzo dall’interno e la fuoriuscita automatica del
vapore, secondo la temperatura programmata attraverso il termostato. Questo rende molto più facile stirare e rimuovere le fastidiosissime grinze ostinate. Purtroppo, però, con l'uso continuato,
il ferro da stiro a vapore può sporcarsi di calcare e di polvere che con lo stesso vapore va a creare delle incrostazioni, che possono sporcare i vestiti mentre si stira, cosa davvero
frustrante, specie se si è costretti a lavarli di nuovo. Per una corretta pulizia del ferro da stiro e quindi per una buona stiratura bisogna eliminare completamente lo sporco sia internamente
sia esternamente.


Pulizia delle parti interne




Come si fa a togliere il calcare? Gli interni del ferro da stiro a vapore sono molto facili da pulire e l'aceto è un ottimo alleato per eliminare il calcare dalla caldaia. Bisogna svuotare
completamente il serbatoio dell’acqua. Aggiungere una soluzione formata da metà acqua e metà da aceto bianco. Collegare il ferro da stiro alla corrente impostandolo alla massima temperatura.
Ciò consentirà alla soluzione di aceto di passare attraverso l'interno del ferro da stiro a vapore. L'aceto pulisce l'interno del ferro. Dopo sei minuti, spegnere il ferro e svuotarlo
dall'aceto in eccesso. Riempire di nuovo il serbatoio con acqua fredda demineralizzata e ripetere la procedura.


Pulizia esterna




Il calcare che fuoriesce con il vapore, spesso, si deposita attraverso i fori, nella piastra del ferro, rendendo difficile stirare, soprattutto i capi delicati. Prendere un pezzo di lana
d’acciaio ( si trova in ferramenta, si acquista a chilo, ad un prezzo irrisorio), quella più sottile per evitare di graffiare eccessivamente la piastra, inumidirla leggermente, per renderla più
morbida e strofinare delicatamente la piastra fino a togliere completamente tutte le incrostazioni.


Carta da forno, alleata non solo in cucina




Ottima da usare dopo la completa pulizia. Infatti, questo tipo di carta ha una piccola percentuale di cera, basta stendere un foglio di carta sull'asse da stiro e passarci sopra la piastra
calda del ferro tante volte. In questo modo, si ottiene una levigatura manuale della piastra rendendola più scivolosa e facilitando la stiratura di capi delicati come la seta.


Dedicato a tutte le persone affette da lupus

SPAZIO UTENTI

Oh Oh

Share it

Ti potrebbe interessare!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Citazione del Giorno