domenica 1 luglio 2012

Pitturare la casa da se, consigli pratici



Quante volte è capitato di guardarsi intorno e di vedere le pareti della propria casa smunte, quasi pressanti. Aver voglia di cambiare stile, di avere un ambiente più allegro, può essere una
“cura” per superare i problemi della vita di tutti i giorni. Sono infatti dimostrati gli effetti positivi della color terapia.




Chiamare un imbianchino, con la marea di spese da affrontare, non è per niente facile. È facile, però, provare a imbiancare la propria casa da se, basta usare pazienza e tanta fantasia. In
commercio, sono disponibili, pitture di svariati colori e uso.

Le pitture ad acqua, sono le migliori, di facile utilizzo, non inquinano, sono atossiche, anallergiche, e consentono, con l’esperienza, una facile mescolanza di colori. Nel
caso di pareti con umido, si può tranquillamente scegliere le tempere sempre ad acqua con l’aggiunta di soluzione anti muffa, disponibili già pronte, oppure da preparare in casa.



La scelta dei colori varia in base alla stanza che si deve tinteggiare, alla grandezza, alla luminosità. Le camere e le camerette, è sempre bene, proprio con riferimento alla
“terapia del colore”, pitturarle con colori freddi, quali azzurro e verde e colori derivati. Questi sono tendenzialmente rilassanti. I colori caldi, quali: rosso, rosa, giallo, arancio, lillà,
viola, sono da preferire nelle zone giorno La scelta del colore varia anche in base al gusto, per un ambiente rustico, rosa e giallo ocra, sono ideali; per un ambiente ultra moderno, tendente
al tecno, potrebbero andar bene i colori grigio sfumato o canna di fucile.

Prima di iniziare i lavori, è sempre bene, onde dover faticare dopo, nella pulizia, coprire bene tutte le parti che non devono essere tinteggiate come battiscopa, battenti,
pavimento.

La preparazione della tempera è molto semplice. Una volta acquistato il colore, versarne una quantità su un altro contenitore e aggiungere dell’acqua fino a ottenere una
consistenza semi liquida. Si può fare una prova della stesura del colore su una parte della parete che va coperta da un mobile, basta aspettare 30 minuti per vederne il risultato finale. Non
conviene mai usare tutta la tempera acquistata per prepararla all’uso, sia perché si potrebbe aggiungere troppa acqua e a quel punto per rimediare sarebbe necessario acquistare altra tempera;
sia perché potrebbe avanzare della tempera allo stato puro, chiusa ermeticamente, dura anche un anno.

A questo punto non resta che prendere il pennello e con piccole spennellate tinteggiare la parete designata.


 

Dedicato a tutte le persone affette da lupus

SPAZIO UTENTI

Oh Oh

Share it

Ti potrebbe interessare!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Citazione del Giorno